Canterò in eterno l’amore del Signore

pubblicato in: Eventi, Ufficio Liturgico | 0

LOGO 300 (1)Quest’anno il nostro Raduno vive un Giubileo!!!
Vive il giubileo della Chiesa universale, il Giubileo della Misericordia, proprio nella Cattedrale di Gerace, dove il nostro vescovo ha aperto la Porta della Misericordia.
La attraverseremo anche noi, esultanti,  per trovare misericordia, perdono, e per riavere pace e concordia. Così il nostro canto troverà un’armonia nuova!!!
L’armonia nuova del canto cristiano, infatti, non è prima di tutto tecnica, risultato esclusivo di impegno e studio. Essa è soprattutto frutto di un’amicizia nuova – vera – con Cristo e con i nostri fratelli …
Quanto più sapremo costruire, custodire e difendere l’armonia e la concordia tra i coristi, tanto più annunceremo in Vangelo, in canto !!!
Viviamo, poi, il nostro Giubileo! Quest’anno, infatti, è il 25° anno di Raduno dei Cori parrocchiali !!!
Dopo aver festeggiato il 25° del Coro diocesano, il Raduno di quest’anno si fa  rendimento di grazie per quanto da quel giorno si è saputo e potuto organizzare in Diocesi, sapendo di dover ancora camminare … delle volte, forse, riprendere il cammino, con umiltà e pazienza.
Di ciò che impedisce la ripresa di questo cammino chiediamo particolarmente perdono in questo Giubileo per ritrovare entusiasmo e fiducia, amicizia e comprensione … Così canteremo meglio, canteremo un canto nuovo.
Noi cantiamo innanzitutto l’Amore del Signore, che si manifesta nella fedeltà alle sue promesse di salvezza.
Lui non si arrende mai con noi, ricomincia e ci fa ricominciare, di nuovo …Ci dà la Grazia di un nuovo inizio !!!
Questa è la Misericordia che ci fa cantare. Questa la Misericordia che abbiamo bisogno di sperimentare per poter cantare da veri cristiani, per cantare un canto nuovo.
Misericordia accolta e donata: questo, tra noi, è tutt’un altro modo di cantare!!!
Questo è Giubileo! Questo sarà il nostro Giubileo!!!
Prepariamoci a varcare la soglia della Cattedrale di Gerace con animo disposto, ben preparati.
E’ per questo che, particolarmente quest’anno, vi chiedo di prepararvi non solo con le prove dei canti, non solo preparando un vostro canto da regalare a tutti noi, ma preparando il vostro cuore.  Perdonando e chiedendo perdono.
Un segno di questo, quest’anno, sarà l’apertura dell’evento non solo ai cori, ma a tutti i musicisti e coristi, particolarmente alla bande musicali dei nostri paesi.
Direi che possiamo e dobbiamo aprirci anche a chi normalmente non fa un servizio propriamente liturgico, nell’animazione delle liturgie della comunità parrocchiale.
Quest’anno rivolgiamo un invito particolare a qualunque realtà musicale – canora e strumentale – che volesse vivere questo giubileo Cantando insieme nella Santa Messa presieduta dal Vescovo e poi nel pomeriggio partecipare alla rassegna con un canto liturgico o un canto sacro.
Accogliamoci a vicenda testimoniando anche in questo la larghezza del cuore di Dio testimoniato dalla sua Misericordia, e sarà un nuovo inizio, un vero Giubileo.

 

don Nicola Commisso Meleca

Direttore dell’Ufficio Liturgico
Maestro delle Celebrazioni liturgiche del Vescovo

SCARICA il Programma del pomeriggio musicale

SCARICA il Manifesto